Goldilocks and the Three Bears (Riccioli d’Oro e i tre Orsi), nella versione di Gerda Muller, è un libro per bambini che amo particolarmente.

Maia ultimamente lo sceglie spesso come storia della buonanotte e la sorella di 7, memore di racconti orali (per addormentarsi mi chiedeva spesso storie inventate e quando ero a corto di fantasia, le raccontavo con parole mie fiabe della tradizione orale tra cui questa) la riascolta sempre con piacere, divertendosi a riscovare tutti gli oggetti presenti nella casa degli orsi moltiplicati per tre.

L’ho regalata a Maia verso i 2 anni, ed ora a quasi tre la drammatizza e la utilizza per contare, ricercare i dettagli, paragonare le dimensioni grazie a meravigliose illustrazioni, realistiche e nello stesso tempo poetiche. Il testo è semplice e diretto, seppur scritto con maestria di linguaggio, ispirativo per l’animazione di voci ed emozioni. Quello che mi piace particolarmente -caratteristica delle opere di Gerda Muller- è l’armonia tra parole e immagini, così importante per me nella lettura attiva con i più piccoli.

Riccioli d’oro vive in una roulotte perchè i suoi genitori lavorano in un circo di saltimbanchi (mi piace immaginarlo come un piccolo Cirque du Soleil).  Entra nella casa degli orsi senza permesso perchè “non lo sa, che quando una porta nella casa altrui è chiusa si bussa e se nessuno risponde non si entra”. Questo piccolo “viaggio iniziatico”, dove l’insegnamento sui confini/limiti si apprende con un pò di spavento e adrenalina, ma anche dolcezza, è tratto da una fiaba popolare anglosassone, probabilmente di origine scozzese. La nostra versione è in inglese (mi candido per eventuali traduzioni in italiano!), ma esiste anche in francese.

La chicca è la battuta finale del piccolo orso -a casa nostra è una piccola orsa- che, dopo essersi ritrovato a terra la seggiolina, svuotata la ciotola e occupato il letto, grida alla sconosciuta, che nel frattempo corre via nel bosco, “Vuoi ancora un pò di zuppa?”. “Che gentile il cucciolo. Spero che la sua mamma gli dia un’altra ciotola di zuppa” pensa Riccioli d’Oro, ritrovando nel frattempo il sentiero verso la sua casa “con le ruote”. La mattina dopo quando si risveglia, il circo è già in viaggio verso un altro villaggio. Non rivedrà mai più i tre orsi, ma si ricorderà sempre di bussare.

Art by Gerda Muller

Attivita’ creative a tema

1. Esplorare, associare, paragonare le dimensioni. Da stampare su cartoncino, ritagliare e plastificare.

2. Drammatizzare con il Cestino della Storia.

3. Drammatizzare e immaginare. Con materiali naturali non strutturati.

4. Download gratuiti. Ritaglia e incolla su bastoncini per giocare al teatrino.

5. Guardare insieme un documentario sulla vita degli orsi.

6. Scoprire e catalogare specie diverse di orsi.

Art by Amy Hamilton

7. E programmare infine una gita in un bosco?

We ♥ Bears!